Test sperimentali

La valutazione del rischio esplosione comporta in primo luogo un’analisi del processo produttivo per valutare le condizioni di impiego delle miscele che possono determinare pericolo di esplosione.

Successivamente si individuano le sorgenti di innesco che possono risultare efficaci sulle sorgenti di emissione individuate.

Infine, per stabilire se una qualunque emissione possa costituire un pericolo reale, è necessario valutare gli effetti che l’esplosione potrebbe avere. Non tutte le sorgenti di emissione individuabili, infatti, costituiscono un effettivo pericolo.

Come stabilito dall’all. XLIX al D.L.vo 81/08 si è in presenza di rischio esplosione solo se si tratta di emissioni “in quantità tali da richiedere particolari provvedimenti di protezione per tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori interessati”. In caso di incertezza ATECOS srl può supportare valutazioni specifiche dei propri clienti con test di esplosione in mesoscala nelle reali condizioni di confinamento supportati da modelli interpretativi. A tale scopo Atecos si avvale della propria camera di prova brevettata dove esegue test con strumentazione adeguata a misurare le grandezze utili per la taratura di modelli interpretativi del comportamento reale.

I TEST DI ESPLOSIONE

  • +

    Tipologie di test


    DRY RUN TEST: in condizioni di anomalia di funzionamento (assenza di lubrificazione, numero di giri oltre il limite) si possono sviluppare superfici calde che possono costituire una fonte di innesco efficace. Per verificare l’evoluzione delle temperature in queste condizioni si esegue un Dry Run Test.

    WET RUN TEST: per verificare che in condizioni di funzionamento ordinarie non si formino condizioni pericolose si può eseguire il Wet Run Test.

  • +

    Parametri misurabili


    – Temperature
    – Pressioni
    – Vibrazioni
    – Numero di giri
    – Potenza assorbita

  • +

    Attrezzature disponibili


    Camera da 10mc
    La camera di prova da 10mc ha la possibilità di realizzare condizioni di sovrapressione molto simili a quelle reali. Grazie al condizionamento dell’ambiente che circonda il volume di miscela si possono determinare sovrapressioni e durate corrispondenti alla simulazione che il cliente vuole realizzare.Una parete è destinata a montare un elemento di cui si vuole verificare la resistenza alle esplosioni.CARATTERISTICHE DELLA CAMERA

    VOLUME 10mc
    SOVRAPRESSIONE MASSIMA 4bar
    CONFIGURAZIONE variabile in funzione del test
    CARATTERISTICHE DELLA MISCELA fino ad un massimo di 100lt di GPL
    CARATTERISTICHE DEL TEST possibilità di montare elementi da testare

    Dispositivo da 100lt

  • +

    Tipi di sostanze


    ATECOS conduce test con le sostanze fornite dal cliente adattando l’impiantistica di prova al test richiesto. Insieme al cliente si definiscono gli obiettivi del test, le modalità di esecuzione in funzione degli obiettivi ed infine i report che devono essere restituiti.

    Ad oggi è possibile eseguire test con polveri e GPL.

 

Informazioni di contatto

INDIRIZZO:
Atecos s.r.l.
C.so Unione Sovietica, 246
15034 Torino

TELEFONO:
+39 011/3032127

E-MAIL:
info@atecos.com

Acquisto di servizi commerciali per valorizzare il brevetto internazionale relativo alla camera per test di esplosione finanziato con fondi UE, tramite MISE, nell’ambito del programma Brevetti+ di Invitalia. Importo massimo di euro 23.616,04

Seguici su

Back to Top